Valorizzazione dei territori

 

di Rosalinda Camarda

“Una grande scommessa e una dimostrazione di fiducia nelle nuova generazione ”  come è stata definita dal commissario dell’Ircac Carullo.

“ Il credito alle cooperative come strumento di sviluppo economico e sociale”. Su questo tema, lo scorso 3 giugno si è svolto  a Siracusa, presso la Camera di Commercio, un incontro operativo con le Centrali cooperative e gli operatori del settore, organizzato dall’Ircac  allo scopo di migliorare e aumentare la conoscenza del credito agevolato erogato dall’Istituto.

I lavori sono stati aperti dal  commissario Straordinario dell’Ircac Antonio Carullo il quale ha sottolineato i risultati cui si è giunti nel territorio aretuseo  negli ultimi cinque anni, da quando cioè è operativo e funzionante uno Sportello decentrato dell’Istituto. “L’ incontro di oggiha detto Carullorientra nell’attività di valorizzazione dei territori e di attenzione al tessuto produttivo locale che l’Ircac non si stanca di svolgere e che in questi anni ci ha consentito di finanziare a Siracusa ben  74 cooperative   per un ammontare complessivo di finanziamenti agevolati, diretti ed indiretti, superiore ai 10 milioni e mezzo di euro”. Un impegno, quello dell’Ircac che è stato valutato positivamente dai presidenti delle centrali cooperative: Spinoso dell’Agci, Leone di Confcooperative, Romano di Unicoop e Zappalà dell’Unci e dal rappresentante di Lega Coop. Catinella  ma anche dai molti commercialisti e ragionieri presenti che hanno apprezzato le novità illustrate da Carullo per ridurre i tempi di esame delle pratiche, che vengono deliberate entro 30 giorni dalla presentazione dell’ultimo documento utile da parte della cooperativa, anche prevedendo la presentazione di un minor numero di documenti in originale.   Il saluto della Camera di Commercio è stato rivolto ai presenti dal vicepresidente Gianninoto, che ha sottolineato il valore di tutti gli strumenti facilitatori dell’accesso al credito per le piccole e medie imprese e che ha riconosciuto all’Ircac un ruolo centrale per lo sviluppo e il sostegno alle cooperative. A nome delle centrali cooperative è intervenuto il presidente di Confcooperative Leone, il quale ha rilevato l’importanza di alcuni interventi specifici dell’ircac  come quello per la ricapitalizzazione societaria che ha consentito a molte cooperative di  superare uno storico gap adeguando il proprio capitale sociale grazie ad un credito a medio termine a tasso agevolato. E sul tasso agevolato è intervenuto anche il presidente di Agci Spinoso, secondo cui quello applicato dall’Ircac- pari allo 0,50% annuo e dunque particolarmente vantaggioso,  costituisce una opportunità straordinaria per le cooperative in un momento in cui le banche continuano a rendere difficile l’accesso al credito ordinario. L’incontro è stato anche l’occasione per presentare il nuovo responsabile dell’Ufficio affidamenti dell’Ircac , Giacomo Terranova, che ha illustrato tutti gli strumenti finanziari invitando le centrali cooperative e i commercialisti a favorire l’accesso delle imprese ai finanziamenti diretti dell’Ircac. Fra questi, Terranova ha voluto ricordare lo start-up per le cooperative di nuova costituzione che può consentire ai giovani e alle donne di costruirsi un futuro rendendo concreto il proprio progetto imprenditoriale.

In pochi anni – ha detto Terranova-  l’Ircac ha finanziato decine e decine di nuove imprese con un credito di esercizio fino a 30mila euro ( elevabile a 40mila nel caso di imprese a prevalenza femminile)  concesso con la sola fideiussione personale e senza garanzie reali. “Una grande scommessa e una dimostrazione di fiducia nelle nuova generazione ”  come è stata definita dal commissario dell’Ircac Carullo.

La dimostrazione di attenzione al tessuto produttivo locale che l’Ircac non si stanca di svolgere, è, quella che nel mese di giugno sono stati approvati finanziamenti per undici cooperative siciliane.

Finanziamenti diretti ed indiretti per quasi un milione di euro sono stati approvati dal commissario straordinario dell’Ircac Antonio Carullo che ha deliberato interventi in favore di  undici cooperative siciliane.  In particolare,  sono stati concessi crediti a medio termine per la ricapitalizzazione societaria alla cooperativa Vulcano navigazione di Lipari (Me) che svolge servizio di trasporti marittimo  per passeggeri e alla cooperativa  5 elementi di Palermo che svolge attività di assistenza domiciliare e che gestisce anche servizi di assistenza balneare per disabili.

Crediti di esercizio per lo start-up di impresa sono  stati approvati  per le cooperative G&B costruzioni e restauro di Caltagirone (CT); Casetta Manfredi di Palermo  che gestisce una casa famiglia per anziani; MOVI.TE di Caltagirone che noleggia mezzi agricoli con personale ed esegue lavori edilizi vari; People costruzioni e Costruiamo insieme, entrambe di Mazara del Vallo (TP), che si occupano di lavori di edilizia e manutenzione; Arcobaleno 2013 di Sommatino (CL) che gestisce una comunità alloggio per minori; Sviluppo siciliano di Marsala (TP)  che gestisce discoteche e sale da ballo. Ancora, è stato approvato un credito a medio termine per la realizzazione di un impianto fotovoltaico  per la cooperativa Monaco di Mezzo Monreale di Palermo mentre un contributo interessi per debiti pregressi a cooperative agricole (art.18 l.r.6/09) è stato concesso alla cooperativa agricola Valle del Belice di Poggioreale.

 

Lascia un Commento