MOSTRA: a Palazzo Abatellis tavole del Cinquecento custodite nei depositi della Galleria e mai esposte prima

 

Sei capolavori della tarda Maniera firmati da Wobreck, Alvino, Bramè e Fonduli. Tra storia e devozione.

Sei capolavori del Cinquecento, custoditi finora nei depositi ed esposti al pubblico per la prima volta fino al 29 febbraio. E’ “Pittura della tarda Maniera dai depositi dell’Abatellis”, la mostra che è stata inaugurata  alla Galleria regionale interdisciplinare Abatellis nell’ambito del Circuito del Mito, il calendario di spettacoli ed eventi promosso dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo con la direzione artistica del regista Salvatore Presti.

Figure Mariane e opere della tarda Maniera che narrano di una Sicilia ricca di fermenti artistici e, per dirla con Teresa Pugliatti, docente di Storia dell’arte e curatrice della mostra di “una produzione di bella qualità che a tutt’oggi, al di fuori della cerchia degli specialisti, è di fatto sconosciuta”.

Esposte, tavole di grandi dimensioni di Simone de Wobreck, Giuseppe Alvino, Paolo Bramè e Giovan Paolo Fonduli. Un percorso artistico tra fatti di cronaca e scene di devozione.

Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti:
Teresa Pugliatti, già docente di storia dell’Arte all’Università di Palermo che ha illustrato l’importanza delle singole opere;
Salvatore Presti, direttore artistico del Circuito del Mito;
l’assessore al TurismoDaniele Tranchida e ai Beni Culturali Sebastiano Missineo;
i dirigenti generali dei dipartimenti Turismo e Beni culturali, Marco Salerno e Gesualdo Campo;
il direttore della Galleria, Giovana Cassata;
il dirigente del Servizio Turistico di Palermo, funzionario delegato de Il Circuito del Mito, Filippo Nasca.

Gli interventi conservativi per la presentazione delle opere in mostra sono stati curati da Sabrina Sottile e Cristina Catanzaro della ditta Art.

Un solo dipinto, il San Diego del Fonduli, è esposto nei laboratori di restauro della Galleria.

Il catalogo della mostra che tratteggia e approfondisce la pittura della tarda maniera in Sicilia, è firmato da Teresa Pugliatti (Kalos 2011) e sarà presentato ufficialmente nell’aula Magna di Palazzo Steri il prossimo 1 febbraio alle ore 17,30.

Opere in mostra

Simone de Wobreck, Pentecoste, 1562, olio su tavola cm 334 x 274

Simone de Wobreck (attr.), Santa Dorotea, olio su tavola cm 219 x 166

Giuseppe Alvino, La caduta del pontile nel porto di Palermo,

1590, olio su tavola trasportato su tela cm 77 x 228

Giuseppe Alvino (attr.), Assunta tra due angeli, olio su tavola, cm 251 x 166

Paolo Bramè, Presentazione al tempio, 1589, olio tavola, cm 353 x 246

Giovan Paolo Fonduli, San Diego, 1589, olio su tavola cm 231 x 129

 

Pittura della tarda Maniera dai depositi di Palazzo Abatellis

Coordinamento generale Giovanna Cassata

Cura scientifica Evelina De Castro

Sezione didattica Maddalena De Luca

 

Palazzo Abatellis, Via Alloro 4 Palermo
Info: 091 6230033

Ingresso gratuito alla mostra
Orari: da martedì a venerdì dalle 9 alle 18, 
sabato e domenica e festivi dalle 9 alle 13

 

 

Lascia un Commento