COMPETIZIONI VELICHE DI ALTO LIVELLO

 

di Rosalinda Camarda

Il mare siciliano ritorna a essere scenario della vela internazionale: Trapani ospiterà, infatti, dall’uno al 5 maggio prossimo l’unica tappa italiana del circuito internazionale RC44.

Le tredici imbarcazioni progettate dal quattro volte campione mondiale dell’America’s Cup Russel Coutts si sfideranno, in quella che è considerata la Formula uno della vela, nello specchio di mare antistante al porto di Trapani, tra la terraferma e le Isole Egadi, teatro in questi anni di numerosi eventi velici internazionali.

Quella di Trapani è la seconda tappa del campionato RC44, reduce dal successo, in termini di presenze e partecipazione, delle regate svoltesi a Muscat, capitale dell’Oman dal 30 gennaio al 3 febbraio scorso. Le altre tappe del circuito toccheranno la Svezia (Marstrand dal 25 al 29 giugno), il Portogallo (Cascais dal 2 al sei ottobre) e le Isole Canarie (Lanzarote a fine novembre 2013).

La regata C44 Trapani Cup 2013 vedrà la partecipazione dei migliori professionisti della vela mondiale, da Russel Coutts a Ed Baird, da Brad Butterworth a Paul Cayard, da Vasco Vascotto a Francesco Bruni.

L’evento è organizzato dalla società Vela del Sud – Sailing Team del general manager Francesco Barranco e dell’armatore Massimo Barranco, che, nata per promuovere la vela e le attività a essa collegate nel territorio siciliano, ha conquistato una posizione di rilievo in ambito internazionale, divenendo punto di riferimento per amatori e professionisti, organizzando eventi e facendosi anche promotrice di attività formative. Provo orgoglio come siciliano – sottolinea Massimo Barranco - nel sapere che la Sicilia è stata scelta per ospitare un evento come questo, di livello internazionale, credo i tratti di una grande vittoria. Si parla troppo spesso della Sicilia per aspetti negativi, sono felice di potere registrare di un evento tanto significativo – non solo dal punto di vista sportivo ma anche turistico- per la città e il territorio”.

Vela del Sud – Sailing Team partecipa, con il nome di Team Sicilia, alla competizione con il proprio equipaggio, costituito da professionisti noti nel panorama internazionale. Un appuntamento da non perdere, quello di Trapani, per gli appassionati della vela, che potranno vedere le imbarcazioni sfidarsi nel campo di regata proprio di fronte alla città, grazie alla peculiare collocazione geografica di Trapani e all’assetto territoriale, che ne fa un posto unico al mondo, con l’area portuale direttamente collegata al centro storico, vero e proprio valore aggiunto che la rende luogo privilegiato per competizioni veliche di alto livello.

I cinque giorni di competizione vera e propria saranno preceduti, a partire dalla seconda metà di aprile, dalla fase di preparazione e allenamenti, che porterà a Trapani atleti e tecnici, oltre naturalmente lo staff organizzativo.

Il nostro impegno – dice il sindaco di Trapani Vito Damiano - andrà ben oltre l’organizzazione della regata velica e si concretizzerà nella predisposizione di ulteriori manifestazioni sportive, culturali, enogastronomiche e, in genere, di rilevanza turistica che potranno offrire momenti diversificati di attrazione e d’intrattenimento: un ricco panorama di eventi che inizieranno a svolgersi dal 20 aprile e che si concluderanno il 5 maggio”.

La gara si aprirà il 1 maggio con il campionato di Match race, nel corso del quale le imbarcazioni si fronteggeranno individualmente. Dal 2 al 5 maggio si terranno le regate di flotta (Fleet race) e, quindi.  la premiazione.

Sulla banchina del porto di Trapani sarà allestita l’area dedicata ad armatori, equipaggi e ospiti. Un’area sarà destinata al pubblico, che potrà assistere alla gara anche attraverso la proiezione su maxischermo dell’evento in virtuale mediante un sistema di segnali GPS. Due barche, inoltre, saranno messe a disposizione di spettatori e ospiti per assistere alle gare a distanza ravvicinata.

Lascia un Commento