468x60

7° Congresso Nazionale SIMA: a Palermo

 

Dal 13 al 15 dicembre i maggiori esperti nazionali ed internazionali nel campo della neonatologia e dell’adolescentologia si riuniranno a Palermo per il 17° Congresso SIMA, società italiana di Medicina dell’Adolescenza

13-15 dicembre 2012, Mondello Palace Hotel, Viale Principe di Scalea PALERMO

L’obiettivo è quello di realizzare un aggiornamento comune tra pediatri di famiglia, medici di medicina generale, pediatri endocrinologi e endocrinologi dell’adulto per elaborare linee di comportamento condivise, rafforzare l’integrazione tra la medicina territoriale e quella ospedaliera, superare ostacoli strutturali, organizzativi e culturali per la costruzione di reti e percorsi assistenziali.

Nel corso del Congresso si parlerà, tra l’altro, di:

· Interferenti endocrini

· Comunicazione medico-paziente

· Medicina dell’adolescente: riflessioni bioetiche e medico-legali

· Adenomi ipofisari

· Indagine pediatri-adolescenza

· Vitamina D

· Gestione domiciliare degli imprevisti nel diabete

Il consueto appuntamento annuale con il Congresso “Dal neonato all’adolescente” in questa sua IV edizione si arricchisce della presenza del XVII Congresso della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza (SIMA).

Lo scopo è quello di rendere questo Joint Meeting ancora più “intrigante” e foriero di interessanti momenti di “incontro e riflessione”.

La presenza di esperti nel campo della neonatologia e in quello dell’adolescentologia, il confronto tra tutte le figure professionali che si occupano sul territorio della salute fisica e psico-sociale dei soggetti in età evolutiva, rendono il congresso un importante momento di formazione e di discussione.

L’obiettivo è sempre quello di realizzare un aggiornamento comune tra pediatri di famiglia, medici di medicina generale, pediatri endocrinologi e endocrinologi dell’adulto al fine di elaborare ed adottare linee di comportamento condivise, rafforzare l’integrazione tra la medicina territoriale e quella ospedaliera, superare, laddove esistano, gli ostacoli strutturali, organizzativi e culturali per la costruzione delle reti e dei percorsi assistenziali.

I lavori della prima giornata, con i moduli formativi, aventi un taglio eminentemente pratico, tratteranno problematiche adolescenziali di non comune riscontro nei corsi di aggiornamento per gli operatori sanitari quali l’ipertensione arteriosa, l’utilizzo della Vitamina D e la contraccezione d’emergenza.

La scelta dei suddetti argomenti nasce dall’evidenza che sempre più adolescenti e giovani adulti presentano valori di pressione arteriosa ai limiti superiori della norma, se non franca ipertensione, e tale condizione resta misconosciuta spesso per la poca abitudine al rilievo della pressione arteriosa negli ambulatori pediatrici.

Riguardo all’utilizzo della Vitamina D, l’adolescenza rappresenta un periodo a rischio per il deficit di tale vitamina per motivi di ordine biologico (aumentate richieste per ottimizzare il rapido incremento della massa ossea) e socio-comportamentale (riduzione dell’esposizione al sole, stili alimentari inadeguati, indipendenza dall’autorità dei genitori, mancanza di controlli medici, etc.).

Il progressivo aumento delle attività sessuali tra gli adolescenti, infine, rende quanto mai attuale, sia dal punto di vista medico che etico e morale, il problema della contraccezione d’emergenza.

Speciale attenzione sarà data alle vaccinazioni. Tale modulo vuole approfondire proprio quelle vaccinazioni rivolte all’adolescente secondo il nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2012- 2014, ovvero le vaccinazioni antimeningococcica e antipapillomavirus.

Altri importanti sessioni punteranno sui segni di allarme per la diagnosi di malattia genetica nel neonato, sugli endocrine disruptors e conseguenti ricadute sulla salute umana, sulle iperglicemie e gli adenomi ipofisari, sulla nutrizione e la crescita nelle patologie croniche, sulla sicurezza nel trattamento con il GH e sugli aspetti medico-legali e psicologici nell’approccio all’adolescente.

L’approfondimento genetico riguarderà, quest’anno, la sindrome di Prader Willi.

Durante i lavori del Congresso saranno rinnovate le cariche del Consiglio Direttivo della SIMA.

Lascia un Commento