Allattamento materno: Paesaggi di cura, latte e lavoro | PalermoWeb News

Allattamento materno: Paesaggi di cura, latte e lavoro

 

Alla ricerca del benessere di bambini, genitori, comunità

SAM_steri_2013Grande successo per la 21° edizione della Settimana mondiale dell’Allattamento Materno dedicata alla promozione, protezione, sostegno all’allattamento. La SAM di quest’anno è stata un’occasione per celebrare e rafforzare l’importante ruolo del sostegno da-mamma-a-mamma perché il sostegno fra pari è una risorsa fondamentale a cui le mamme possono attingere durante tutta l’esperienza di allattamento, forse la più importante, di sicuro quella che nel nostro paese è cresciuta maggiormente in questi 21 anni di SAM! Le associazioni “Le Balate” e “In braccio alla luna” hanno organizzato “Paesaggi di cura: latte e lavoro. Alla ricerca del benessere di bambini, genitori, comunità”, un convegno dedicato alla conciliazione tra maternità e lavoro. L’evento, patrocinato dall’Università degli Studi di Palermo, si è svolto oggi nella Chiesa S. Antonio Abate allo Steri.
Molteplici ed interdisciplinari gli interventi gestiti da docenti universitari, pediatri, sindacalisti, mamme alla pari.

“Nasce un bambino, si fonda una città”, intervento di Claudio Montaudo.
Il bambino, ad un certo punto della sua storia di allattamento, inizia a fare i primi passi in un mondo intermedio tra il grembo della propria madre e il mondo esterno in cui dovrà imparare a muoversi con autonomia. Anche la Città di Palermo nasce tra terra e mare, si espande verso il mondo esterno e il sotterraneo che nutre, con tante sorgenti, il suo sottosuolo. Il Genio di Palermo, piccolo e posto sopra una colonna che rappresenta le mura della città, é posto sopra un serpente che “divora i suoi e nutre gli stranieri”, aprendosi quindi all’alterità come la madre nutre il suo bambino incanalandolo allo stesso tempo verso l’autonomia.
Sui Diritti dei genitori si è molto argomentato: una ricerca dell’Università Bocconi ha rilevato che il costo di una maternità per un’azienda privata è soltanto pari allo 0,016% della retribuzione, perché il “costo sociale” di una nascita lo paghiamo tutti noi, lo paga lo Stato! La tutela della maternità in Italia viene riconosciuta a tutte le lavoratrici dipendenti, autonome, libere professioniste e collaboratrici con contratti di lavoro flessibile. Nella realtà, purtroppo, l’incidenza della maternità sulle cause di licenziamento o di dimissioni forzate nel privato è ancora purtroppo elevato e gli strumenti di tutela pubblica sono limitati, occorre sensibilizzare, attraverso attività di anti-discriminazione culturale, i politici per adeguare le norme ai principi.

“Allattamento é benessere”: è emerso che la Natura pone solo 30 centimetri di distanza dal volto della mamma alla bocca del bambino sul suo seno. É questo il legame che la Natura ci chiede ed in cambio ci garantisce l’innamoramento e l’attaccamento reciproco, equilibrati ed eterni tra mamma e bambino! Benessere non è benestare economico ma Bien-viver, alla maniera dell’America Latina.
L’alimentazione con latte materno non è una delle tante, possibili forme di nutrimento per il bambino, ma un suo preciso DIRITTO!

Si è anche discusso di “Ecologia della maternità”, endogestazione ed esogestazione, allattamento e cura dei cuccioli, persino la tenerezza e le coccole sono parte essenziale delle azioni di tutti i mammiferi nei confronti dei loro cuccioli. Il legame si ottiene attraverso la partecipazione dei cinque sensi, il cucciolo riconosce la mamma dal tatto, dall’odore, attraverso la vista, il gusto e l’udito e così, attraverso l’imprinting, la imita e cresce con e attraverso di lei.

Una mamma alla pari dell’APS Le Balate ha suggerito come favorire e proteggere l’attaccamento di mamma e bambino in tutte le sfere della loro vita, lavoro compreso. L’allattamento deve essere promosso, diffuso ma sopratutto, nella nostra società, difeso attraverso l’applicazione del codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno elaborato dall’organizzazione mondiale della sanità OMS e dall’Unicef.
Al termine della giornata è stato conferito il riconoscimento di “Paesaggio di cura” all’Università degli Studi di Palermo per l’attività di asilo nido aziendale, alla Direzione regionale Sicilia dell’INAIL per il Progetto telelavoro e alla Backstage Communication per avere organizzato spazi di cura consoni alle cure materne.

Per informazioni: [email protected], [email protected]

Lascia un Commento