agosto | 2012 | PalermoWeb News

Archive for: agosto 2012

Ione o dell’ambiguità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Pippo La Barba

Nel quadro degli spettacoli promossi dalla rete dei teatri di pietra diretta da Aurelio Gatti il ventotto scorso presso il Parco archeologico Monte Jato di San Cipirello, dopo Ecuba e Cassandra, è stata completata la trilogia delle rappresentazioni classiche con Ione, la tragicommedia di Euripide scritta presumibilmente tra il 413 e il 410 a. C.

Ione costituisce senza dubbio il primo tentativo ante litteram di dramma a lieto fine, il cui filone poi darà luogo alla commedia.

Al centro della vicenda c’è il destino che segna gli eventi: una serie di coincidenze e di episodi nefasti annunciati (poi disattesi) che porta una madre a rinunciare al figlio (per poi ritrovarlo) senza riconoscerlo e che tenta addirittura di uccidere non conoscendo la sua identità.

Un intreccio degno di un noir senza colpevole se non il dio Apollo che, dopo aver violentato Creusa, per una banale rivalsa organizza un intrigo ai limiti dell’incredibile.

In quest’opera tutto l’interesse è quindi per lo sviluppo della vicenda, mentre l’aspetto più propriamente tragico passa in seconda linea. Per la verità nel testo di Euripide alcuni momenti drammatici ci sono, come per esempio il riconoscimento del figlio, Ione, da parte della madre, Creusa. Ma in questa edizione purtroppo la scena del passaggio è priva di pathos e segue l’andamento farsesco e fortemente satirico di una vicenda, dove gli uomini sono degli anti-eroi e gli dei degli esseri capricciosi e incoerenti.

Tra i personaggi più importanti senza dubbio quello di Creusa, interpretato da Cinzia Maccagnano sul filo dell’ironia e dell’ambiguità; un ottimo Sebastiano Tringali disegna con efficacia e creatività la figura del marito Xuto, emblema dell’insulsaggine e della caparbietà; il collaudato Ernesto Lama veste i panni della sacerdotessa Pizia, che pronunciava gli oracoli nel Santuario di Delfi, ma è anche il fine dicitore delle varie fasi della vicenda; Elena Di Dio è la Genealogica, narratrice delle genealogie di dei e personaggi.

La regia è di Sebastiano Tringali e di Aurelio Gatti, le coreografie dello stesso Gatti, i costumi di Elena Penello, le musiche di scena sono eseguite dal vivo con fisarmonica da Marcello Fiorini.

 

 

La Notte Bianca del Parco Cassarà il 29 settembre

 

La IV Circoscrizione di Palermo organizza Sabato 29 settembre, al Parco Ninni Cassarà , “La Notte Bianca del Parco” .

L’iniziativa ha il duplice scopo di far conoscere a tutti i cittadini palermitani le bellezze e le potenzialità del parco e nel contempo dare la possibilità ai giovani talenti palermitani di esprimersi e farsi conoscere.

Ogni angolo del parco, per tutta la notte, sarà interessato da diverse iniziative tali da attrarre la cittadinanza e i turisti presenti in città.

Hanno già aderito decine e decine di musicisti, cabarettisti, artisti di strada, artigiani, pittori, associazioni culturali, sportive e sociali che si alterneranno tutta la notte, in quello che sarà l’evento finale dell’estate palermitana.

Entro e non oltre il 31agosto p.v. gli interessati possono presentare la loro proposta per la partecipazione all’iniziativa o per sponsorizzare l’evento con l’erogazione di servizi, info su http://www.palermoweb.com/notte_bianca_palermo_2012.asp 

Un apposito nucleo di valutazione all’interno della Circoscrizione giudicherà la validità delle proposte e stilerà il programma definitivo che sarà sottoposto all’approvazione del Consiglio di Circoscrizione.