di Rosalinda Camarda

I contenuti della legge Finanziaria saranno al centro di un seminario che si svolgerà, presente l’assessore regionale alle attività produttive Marco Venturi, presso lo Sportello decentrato di Caltanissetta – nella sede del locale Consorzio ASI, mercoledì 18 luglio. Il seminario sarà aperto dal commissario straordinario dell’Ircac, Antonio Carullo, e dal commissario straordinario dell’ASI di Caltanissetta, Alfonso Cicero, e servirà a illustrare ai rappresentanti delle centrali cooperative e ai cooperatori le nuove competenze assegnate all’Ircac dalla legge Finanziaria.

L’Ircac, infatti, può oggi intervenire per favorire la costituzione di nuove cooperative agricole e di pesca e di nuovi consorzi di cooperative attraverso finanziamenti per la ricapitalizzazione societaria grazie ad alcune norme contenute nella legge Finanziaria regionale (l.r. 26/2012) che stabilisce, inoltre, per l’Ircac molte altre competenze che ne ampliano la sfera d’intervento.

L’Ircac potrà finanziare anche imprese di pesca non costituite in forma cooperativa con crediti di esercizio, crediti per la capitalizzazione e contributi interessi per finanziamenti bancari e delle società di leasing .

Sempre in virtù della legge Finanziaria, l’Ircac potrà concedere contributi in conto interessi per cessioni di credito effettuate dalle cooperative sociali e loro consorzi a banche e società di factoring.

La Finanziaria ha anche introdotto la sospensione per i crediti a breve, medio e lungo termine- la cosiddetta moratoria dei debiti delle PMI- compresi quelli per la ricapitalizzazione concessi dall’Istituto a cooperative e loro consorzi per un periodo di dodici mesi. La sospensione è relativa alle rate a scadere successivamente alla pubblicazione della legge.

Il commissario straordinario Antonio Carullo, per sua parte, ha già approvato la delibera con cui si modifica il Regolamento di aiuti alle imprese dell’Istituto, ottemperando in questo modo nei tempi prescritti, sessanta giorni, a quanto stabilito dalla legge Finanziaria.

La delibera passa adesso alla prevista approvazione da parte della Giunta regionale di Governo.