La gestione dei servizi pubblici locali, soprattutto acqua e rifiuti, fra prossime privatizzazioni e istanze di ripubblicizzazione: è il tema centrale della Terza edizione nazionale della “Scuola per la democrazia” intitolata a Piersanti Mattarella, che da domani a domenica a Palermo, a Palazzo Reale, impegnerà circa 80 amministratori di enti locali “under 35” provenienti da tutta Italia (30 siciliani).

Organizzata da “italiadecide”, associazione per la qualità delle politiche pubbliche presieduta da Luciano Violante, in collaborazione con Anci Giovane e con la Presidenza dell’Ars, quest’anno la Scuola avrà come docenti d’eccezione, sabato 9 giugno il ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, e, domenica 10 giugno, il ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri.
Il programma.

Venerdì lavori saranno aperti alle 10,30, in Sala Gialla, dal presidente dell’Ars Francesco Cascio, da quello di “italiadecide”, Luciano Violante, e dal coordinatore nazionale di Anci Giovane, Giacomo D’Arrigo.
Seguirà la lectio magistralis di Vincenzo Cerulli Irelli, ordinario di Diritto amministrativo presso la facoltà di Giurisprudenza dell’università “La Sapienza” di Roma.
Alle 15,30 Giovanni Romano, sindaco di Mercato San Severino (Salerno) parlerà di gestione dei rifiuti e di tutela ambientale.

Sabato, alle 9,30, il quadro generale delle problematiche sarà affrontato dal ministro Barca (“Acqua, rifiuti, ambiente e cura della persona nei servizi pubblici locali”). L’esperienza privata nella gestione del servizio idrico sarà l’oggetto del successivo intervento di Ivo Monteforte, amministratore unico della Acquedotto Pugliese spa.

Del ciclo dei rifiuti nella prospettiva degli enti locali parlerà alle 15,30 Filippo Bernocchi, assessore ai Rapporti istituzionali e alle Grandi opere del Comune di Prato.
Domenica alle 10,30 focus sulla legalità nella gestione dei servizi pubblici.

L’esperienza e il punto di vista di Giuseppe Catanzaro, vicepresidente di Confindustria Sicilia, introdurranno la testimonianza di Maria Carmela Lanzetta, sindaco di Monasterace (Reggio Calabria) su “Piccoli Comuni e legalità”.
Alle 12 la lectio magistralis del ministro Cancellieri.