di Giorgio De Simone (ex orlandiano impenitente…) !

Qualcuno storcerà il naso leggendo il titolo di queste mie elucubrazioni ma effettivamente facendo due ragionamenti “fuori da ogni logica” sono arrivato proprio a questa conclusione: Leoluca Orlando è il “nuovo” leader della destra siciliana !

Seguitemi bene.

1 – Da quando il PD (o parte di esso) appoggia alla regione Lombardo il centro destra in Sicilia è finito: PDL all’opposizione, UDC di Cuffaro spezzato in due, tre pezzettini… vecchi capicordata della più becera ex DC siciliana alle corde… Lombardo quindi fa una epurazione di questi pezzi da “90″…  e ancora il berlusconismo era imperante… Alla regione alcuni assessorati vengono assegnati a magistrati (Russo e Chinnici), prefetti (Marino), società civile… alla Regione sembra ci sia più aria pulita… e a breve a Lombardo arriverà il primo avviso di garanzia… tempistica perfetta !

Orlando da Roma in un primo tempo (prima delle indagini su Lombardo… ) era gongolante che si cominciava a sfaldare il centro destra in Sicilia e a Palermo in particolare dato che anche al comune a seguito della presa di distanza di MPA e FLI da Cammarata anche lì grazie a coloro che adesso Orlando attacca (il PD di Cracolici) il “tempo delle mele” per il centro destra di Miccichè e Cammarata era finito…

Ferrandelli invece a Palermo da capogruppo di IDV era l’unico a fare opposizione al consiglio comunale denunciando tutte le malefatte dell’ex Sindaco Berlusconiano…

2 – Già un anno prima delle dimissioni di Cammarata, Fabrizio Ferrandelli propone ai movimenti che hanno appoggiato le sue battaglie sociali se fosse il caso di mettersi in gioco per guidare la città. Fabrizio essendo uomo onesto ma sveglio…  aspetta anche le decisioni dall’alto… Orlando sempre da Roma supervisiona la cosa ma tace… si fa vedere con Fabrizio, fa apprezzamenti di stima, gli fa credere di essergli vicino…  anche Di Pietro apprezza la buona volontà di Fabrizio a mettersi in gioco e fa dichiarazioni di stima per “questo ragazzo” che ha talento.

Fabrizio dopo l’accorato appello di tanti cittadini sia sul web che sul territorio pensa che potrebbe accettare una candidatura ma solo se filtrata dalla primarie del centro sinistra: a questo punto succede una cosa strana… un silenzio tombale dei vertici di IDV fa si che si cominci a mugugnare dietro le quinte… questo è il periodo in cui credo Orlando cominci a pianificare questo “progetto strategico”: approfittare del momento per mandare allo sbaraglio il pupetto trentenne, sbarazzare le primarie della sinistra appoggiando un candidato sicuramente perdente e prendere le distanze da Ferrandelli che si è “macchiato” dell’amicizia di chi appoggia l’indagato Lombardo alla Regione !

Così è deciso… la corte si ritira !

I palermitani sono destinati ancora a comportarsi da gregge spaurito…

Ma c’è un problema… come fare a spacciarsi ancora di sinistra ???? Occorre un’alleanza di facciata: la Borsellino ha dietro il gruppo di Un’Altra Storia… estrema sinistra… chi meglio di loro per captare i voti di opinione a sinistra ????

Rita Borsellino è la vittima sacrificale, più di Ferrandelli a cui non ha potuto buttare fango perché essendo una persona estremamente pulita e onesta può solo attaccarlo di “rimbalzo” ovvero attaccando i suoi nemici di sempre: Cracolici, Crocetta, Lumia e anche la deputata IDV Sonia Alfano… alcuni conosciuti come esponenti di spicco dell’antimafia a livello mondiale.

Così fa bruciare la Borsellino, provoca ancora altri spezzatini a sinistra con Faraone e la Monastra… ora è solo ! Puo’ attivare la seconda fase: “A PALERMO CI PENSO IO ! “.

Contando sui numeri O. mette su una lista IDV con nomi a lui fidati ma poco conosciuti eccetto Alberto Mangano e pochi altri. L’altra lista di sinistra che contiene quello che rimane di “Un’altra storia” ricca di persone che hanno battagliato con Fabrizio Ferrandelli a Palermo in 10 lunghi anni di opposizione gli porterà credibilità e supporto “tecnico” per fare la campagna elettorale…. (i tempi in cui poteva contare sui “Punti Rete” erano finiti da anni…).

RISULTATO FINALE:

Tutti i candidati a Sindaco di centro destra vengono inghiottiti dalle loro stesse liste: molti voti disgiunti vanno a Orlando…

Orlando va al ballottaggio con 104 mila voti contro i 40 mila delle liste che lo appoggiavano… gli altri 64 mila voti di chi sono se non soprattutto della destra ???? Ecco sono arrivato al titolo di questo mio pensiero: il nuovo leader della destra è Orlando… Ollanno scusate ! ( E IDV PRENDE TUTTI I 30 SEGGI SE VINCE O. AL BALLOTTAGGIO E L’ALTRA LISTA DI SINISTRA MANCO 1 !)

Ferrandelli arrivato anche lui al ballottaggio si difende come può dal mostro sacro che lo tratta da “picciriddru” a cui non vuole rispondere “picchi’ un ci parru cù cu’ m’insurta !”

Ma Palermo ha anche un’altra change da giocarsi ed è la possibilità di far saltare il giocattolo al Professore rimandandolo a Roma a fare il portavoce di Di Pietro per altri anni…

Il mio augurio è che ogni palermitano indipendentemente dal proprio pensiero politico non si lasci prendere ancora una volta dallo sconforto e vada a votare il 20 e 21 maggio stavolta veramente libero dai simboli, dalle strategie di potere, dagli sgherri di quartiere che ormai hanno “finito il loro mandato”…

E vadano a votare per un ragazzo di 31 anni, che crede al futuro, che ha la possibilità di vedere una nuova Palermo in prospettiva senza preconcetti per il passato e forte dell’esperienza fatta in un periodo in cui Palermo sembrava piombata nel buio eterno della precedente amministrazione.

Fabrizio Ferrandelli è un’occasione per i giovani, per i lavoratori, per gli anziani, per i disoccupati, per i ricchi e per i poveri di questa città. E’ animato da un sogno che a quell’età si vorrebbe realizzare: è la dinamicità e la voglia di fare che si ha a 31 anni. Questa motivazione dovrebbe da sola far decidere a tutti di votarlo in massa. Anche perché è tenutario dell’unico programma per Palermo vero e completo che darà sicuro sviluppo alla città.

L’etichetta che gli ha posto qualcuno ha solo un sapore nauseabondo di vecchia politica fatta di rancore, odio e arrivismo… cose che Palermo si deve portare alle spalle se vuole tornare ad essere quel FIORE di città, la  ”Ziz” ambita da Arabi, Normanni, Svevi e Angioini…

Dall’altra parte c’è l’esperienza è vero di un 65 enne che se vincerà, a fine mandato ne avrà 70 ma Palermo e i palermitani credono davvero che sia la soluzione a tutti i mali ? Se così sarà vedrò Palermo e i palermitani invecchiare “serenamente”…

Quanto ho scritto è il mio pensiero e solo così va preso, ho solo fatto un excursus degli avvenimenti e ho supposto delle strategie che potrebbero aver portato alla situazione attuale. Se ho sbagliato pazienza… “a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina” !

Come la pensate ?

AMUNI’ PALERMO !

AUGURI COMUNQUE A FABRIZIO A LEOLUCA E A TUTTI I CONCITTADINI !

 

p.s. sapete perché ho voluto scrivere quanto sopra e  non ho voluto più tenermelo dentro ? Ebbene da 5 anni io vivo a Cinisi e durante le commemorazioni per ricordare Peppino Impastato del Prof. Leoluca Orlando non ne ricordo la presenza, a Fabrizio invece a Cinisi lo conoscono bene perché non solo ogni anno è venuto da cittadino e non da politico alle manifestazioni per Peppino Impastato ma ha svolto azioni sociali nel territorio riguardo la mafia, l’ambiente e il turismo… peccato che i “ragazzi” che ieri l’hanno contestato hanno la memoria corta !