di Giorgio De Simone

Da anni Palermo aspettava questo momento ed è finalmente arrivato.

Nessun alibi per questo amministratore che in 10 anni ha saputo distruggere quello che i cittadini e la “Primavera” di Palermo degli anni 90 hanno con grande sacrificio costruito.

Dedico a tutti i miei concittadini questa fotografia che ho scattato qualche giorno fa in Viale dell’Olimpo: lì c’era una filare di Palme delle Canarie bellissimo, che è cresciuto dal 2000 e poi l’anno scorso è stato attaccato dal Punteruolo Rosso. Tutte le Palme sono state totalmente segate alla base invece di curarle come sarebbe dovuto accadere: questa ha voluto vivere… o meglio era viva e qualcuno non se ne è accorto… prendiamola come esempio… Palermo è quella pianta… impegnamoci a farla ricrescere vigorosa e bellissima come era: e se vediamo un Punteruolo Rosso che cerca di rifarla morire… la prossima volta… proteggiamola !

La Palermo di una volta non c’è più, la città è un cumulo di macerie morali e sociali, il primo cittadino di Palermo evidentemente bendandosi gli occhi con un prociutto scaduto e marcescente ha simulato una immagine di Palermo inesistente. La fabbrica di potere ha chiuso, in ritardo, troppo, ma finalmente è fallita.

Chi vive in città, dallo studente al pensionato passando per l’imprenditore, per il lavoratore impiegato o precario, per finire al semplice turista che viene e spera di godersi una vacanza spensierata può essere testimone dell’enorme scempio che in questi ultimi anni si è perpetrato in città.

A cominciare dall’ammistrazione, dagli uffici, dall’inefficienza ormai incancrenita  di uomini che nulla di bene hanno voluto a questa città e nulla di bene vogliono al proprio lavoro e della responsabilità che ricoprono. Immense pecche che ancora per anni avranno i loro malefici effetti sulla città e i suoi cittadini. E insieme a questa amministrazione uscente hanno ingannato i cittadini.

Per chi si occupa di Internet e di promozione della città come abbiamo fatto noi in questi anni cercando di non interferire o criticare o lodare questa amministrazione e dedicandosi solo a far emergere il meglio che la città offre… e il meglio sono i suoi cittadini che hanno voglia di non mollare, di lavorare degnamente e con onestà, è stato difficile. Facendo buon viso a cattivo gioco, abbiamo per vergogna nascosto per esempio l’immondizia dalle immagini dei monumenti. Una città come Palermo che ha il centro storico più grande d’Europa, centinaia di chiese e monumenti dalla bellezza incomparabile nel mondo, sono chiusi, blindati, abbandonati all’incuria… i commercianti si sono dati da fare da soli senza l’aiuto di una amministrazione a loro fianco che possa dare respiro in un momento di crisi come questa. Ho fatto un giro alla Vucciria, tra i vicoli… m’ha preso un magone interiore immenso…

Nulla è stato fatto per attirare turismo in città: per respingerlo tanto. Chi viene a Palermo girovaga per sapere quali sono i monumenti aperti o chiusi, nessun ufficio comunale offre un supporto al turista, nessuna  amministrazione o ente preposto ha interesse a sollecitare interventi di manutenzione di strade, fogne, arredo urbano, pubblicità, discariche abusive. Una città senza vigilanza, dove tutti possono fare tutto quello che vogliono, così si distrugge la Zisa, il Gardino Inglese, i giardinetti pubblici, tanti lasciati alla disperazione di qualche associazione che ne cura volontariamente il decoro. Una generazione è vissuta e cresciuta nell’inefficienza, nella noncuranza, giovani che scorazzano nella notte in città senza un minimo rispetto del prossimo. I cani e i loro padroni non hanno più nessun motivo per non sporcare ogni angolo di marciapiede della città tanto non si è mai puniti. La cultura è relegata al fai da te del singolo, nulla di programmato, per anni non si svolgono mostre, concerti, rassegne… financo “Palermo Apre le Porte” ormai è un evento così terribilmente caduto nel silenzio…  le tradizioni popolari ormai sono solo un ricordo… Un’amministrazione che non emette più comunicati stampa e non li pubblica nel sito ufficiale è come un padre che nasconde ai propri figli che lavoro fa ! Un sito Internet come quello del comune obsoleto senza un minimo di progettualità per conoscere almeno il minimo indispensabile per vivere la città… è indecente nel 2012 !

I mezzi pubblici cittadini sono l’esempio visivo di questa assurda messa in scena che è durata 10 anni… 10 ! Non uno 10 ! Una città con 7cento mila abitanti, 5^ città d’Italia che ancora non ha un servizio di trasporto urbano integrato, il traffico cittadino nei giorni di normale routine è impazzito, quando piove è un coprifuoco generale… menomale che non nevica… le piste ciclabili malamente realizzate servono solo a far parcheggiare le auto sul marciapiede tanto nessuno le usa… ma cosi’ come si possono usare queste “finte” piste ciclabili ? E le finte centraline di controllo dell’inquinamento che non funzionano o… non si fanno funzionare… un litorale, un mare… uno dei più belli del mediterraneo abbandonato a se stesso…

Una città che sta male in salute ma nessuno lo dice, affetta per la quasi totalità da problemi polmonari, allergici, igienici di base… i scarafaggi si vedono anche d’inverno a Palermo, forse lo stesso avviene in India vicino il Gange, gli anziani e gli indigenti sempre con meno aiuto sociale e materiale… e magari qualcuno va a prendere pure i contributi di disoccupazione con un SUV…

Questa è Palermo e molto altro ancora che potrei scrivere ma mi fermo qua e sono veramente grato al Sig. Sindaco che si sia fermato perchè il peggio non ha mai fine e quindi GRAZIE ! Un grazie enorme da me e da tutta la mia famiglia che da tempo si è trasferita in provincia e lì rimarrà finchè Palermo non ritornerà ad essere una città degna di quello che è: Palermo… e non quella che qualcuno l’ha fatta diventare !