Ieri pomeriggio a Terrasini presso la sede del museo regionale d’Aumale si é inaugurata la mostra naturalistica “I NOTTURNI”.

La mostra sarà aperta al pubblico durante i regolari orari di apertura del Museo, ovvero: dal Lun al Sab 9.00 – 13.30 / 14.00 – 18.45 e Domenica 9.00 – 13.00; biglietti da 1 euro per i residenti della provincia di Palermo, 3 euro per i cittadini europei tra 18 e 25 anni e i docenti, 6 euro per tutti gli altri, gratis minori di 18 anni e maggiori di 65 e altre categorie speciali. E’ possibile accedere al museo fino a 45 minuti prima dell’orario di chiusura.

Da sinistra Carapezza, Palmisano, Conigliaro

“Il Museo d’Aumale – spiega la direttrice Maria Manuela Palmisano – é sempre stato attento alle realtà culturali locali e, pur nelle difficoltà organizzative generate dall’attuale situazione economica, riesce ad curare eventi e mostre. Rileviamo però la poca attenzione dedicata all’ ambito culturale a tutti i livelli e invitiamo pertanto l’assessore regionale Sebastiano Messineo a interessarsi di più di questa realtà locale di notevole interesse internazionale.”

L’assessore al Turismo del Comune di Terrasini, Roberto Conigliaro, ha sottolineato la collaborazione tra il museo e il Comune, grazie alla quale è stato possibile organizzare l’evento e inserirlo nell’ambito dell’ ”Estate Terrasinese”.

Il Presidente della Società Siciliana di Scienze Naturali, Attilio Carapezza, ha evidenziato la differenza tra la notte e il giorno nei comportamenti animali in ambienti naturali che, modificati per l’uomo dall’elettricità, sono rimasti immutati per il mondo animale.

Maria Emanuela Palmisano, Direttrice del Museo D'Aumale

Il Professore Bruno Massa ha illustrato le incredibili abitudini di alcuni uccelli pelagici, come le berta maggiore che a Linosa, solo nelle notti senza luna, si esibiscono in canti cosiddetti “tritonali”: sembra che parlino dei bambini…

Tra i curatori della mostra anche il Professore Marcello Romano.

Alla presentazione è seguito un buffet e alle 21.30 il concerto per piano del Maestro Marco Giliberti.  Ascoltando brani di Ravel, Debussy, Gershwin… lucciole, cicale, farfalle, coleotteri, uccelli e mille altri animali notturni non avranno più segreti per i fortunati visitatori della mostra e delle collezioni del Museo D’Aumale.