Sciortino esprime soddisfazione per la scelta di villa Santa Teresa quale sede distaccata del Rizzoli di Bologna

Grande soddisfazione ha espresso il sindaco di Bagheria, Biagio Sciortino, per la notizia che villa Santa Teresa, il centro diagnostico bagherese, oltre ad essere presa in considerazione quale possibile polo oncologico di eccellenza sarà anche sede distaccata dell’istituto ortopedico Rizzoli di Bologna.

A rendere nota la notizia un comunicato della Regione Siciliana spiegando che, per il mese di luglio, e’ prevista la firma di un protocollo d’intesa tra il ministro della Salute Ferruccio Fazio, il presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo e il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani, ed entro dicembre avranno inizio le attività assistenziali.

“Anche a Bagheria esistono le eccellenze, ne ero certo – ha detto il sindaco – e lo dimostra la scelta operata dal ministero guidato da Fazio e dall’istituto Rizzoli, ancora una volta la nostra città mostra il suo vero volto di legalità e alta professionalità. E’ un riscatto per la nostra martoriata terra”.

L’intesa, alla quale lavora da oltre un anno l’assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, prevede che ”l’attività del ‘Rizzoli’, Irccs pubblico apprezzato a livello internazionale, verrà svolta all’interno della clinica Villa Santa Teresa di Bagheria (Pa) che, com’e’ noto, e’ un bene confiscato alla mafia”.

“L’obiettivo dell’assessorato – ha spiegato Russo – e’ quello di ”arginare la mobilità passiva che ha raggiunto negli ultimi anni dimensioni preoccupanti in campo ortopedico, attestandosi intorno ai 35 milioni di euro all’anno, un terzo dei quali proprio per interventi effettuati all’istituto ‘Rizzoli”’.

Nell’accordo con il ‘Rizzoli’, che avrà una durata di nove anni, e’ previsto che l’istituto bolognese si occupi in Sicilia anche dell’oncologia ortopedica.

Il sindaco Sciortino era presente ieri ad una riunione con l’assessore regionale alla Sanità della Regione Emilia Romagna, Carlo Lusenti, con la dirigenza dell’ospedale Rizzoli e con l’assessore Russo.